IL Servizio 2

Le competenze del Servizio II del Segretariato Generale, così come previste dal Decreto n. 76 del 19 giugno 2019, sono collegate:

  • Alla programmazione strategica dei fondi comunitari e di politica di coesione;
  • Alla programmazione dei fondi aggiuntivi nazionali;
  • Alla definizione e attuazione di piani e programmi annuali e pluriennali di tutela, riqualificazione valorizzazione del patrimonio culturale anche a fini turistici.

Il Servizio è diretto dall’Architetto Dora DI FRANCESCO in qualità di:

  • Autorità di gestione del PON “Cultura e Sviluppo” (FESR) 2014-2020 e del relativo Programma Complementare (POC);
  • Autorità di Gestione dei Piano Stralcio Cultura e Turismo (FSC) e del Piano Operativo Cultura e Turismo (FSC) 2014-2020;
  • Responsabile del Piano di Azione e Coesione;
  • Responsabile della gestione del programma “Capitale italiana della cultura”;
  • Responsabile del Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali”;
  • Referente Unico delle Parti per il Contratto Istituzionale di Sviluppo Matera “Capitale europea della cultura 2019”.
Dora Di Francesco Nel 1989 si laurea con lode in Architettura, presso l’Università di Roma “Sapienza” con una tesi sul restauro dei monumenti e progettazione museale; nel 1990 è abilitata alla professione di architetto paesaggista pianificatore. Vincitrice di borsa di studio presso la Scuola di Specializzazione per lo Studio e il Restauro dei Monumenti consegue la specializzazione nel 1993, successivamente si specializza presso la Scuola Nazionale della Pubblica Amministrazione in “European public management and economic policy”. Dal novembre 2000 è ricercatrice ISFOL (Ente pubblico di ricerca scientifica) dove si occupa delle attività relative alle Azioni di sistema a valere sul programma operativo nazionale comunitario (FSE 2000-2006); dal 2009 presta servizio presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con delega all’Unità di gestione del POIN “Attrattori culturali naturali e turismo (FESR 2007 2013)” e all’attuazione degli interventi a valere sul Piano di azione e coesione (PAC) “Valorizzazione delle aree di attrazione culturale” Delibera Cipe. Riveste, tra gli altri, incarichi di componente del “Gruppo per la legalità e la sicurezza del Grande Progetto Pompei – Intesa interministeriale relativa al Grande Progetto Pompei (GPP)” e del “Gruppo di lavoro per la realizzazione del rafforzamento della capacity building del Grande Progetto Pompei”. Nel giugno 2015 è nominata Dirigente del Servizio II – Programmazione Strategica Nazionale e Comunitaria del Segretariato Generale, nel dicembre dello stesso anno è nominata Autorità di Gestione del PON Cultura e Sviluppo 2014-2020.

L’organizzazione del Servizio è stata articolata in 5 aree organizzative, previste per ciascun Programma:

  • Area organizzativa – Programmazione e selezione degli interventi: ha la responsabilità del coordinamento della pianificazione delle azioni e degli interventi;
  • Area organizzativa – Attuazione e monitoraggio fisico e procedurale: è responsabile della regolarità e della tempestività dell’attuazione degli interventi da parte dei beneficiari a partire dalla firma dei Disciplinari di concessione
  • Area organizzativa – Monitoraggio finanziario, erogazioni e affari amministrativi: è responsabile della tempestiva e regolare gestione delle risorse finanziarie e personali assegnate a ciascun Programma;
  • Area organizzativa – Controlli: assicura nel corso dell’attuazione dei Programmi, la correttezza, la regolarità e la legittimità dell’esecuzione degli interventi
  • Area organizzativa – Comunicazione: svolge le funzioni tutte le attività connesse agli adempimenti di informazione e di comunicazione, interna ed esterna, dei Programmi anche attraverso la pianificazione e organizzazione di eventi, incontri, convegni e le relazioni con il Partenariato.