Sisma Centro Italia

Le attività relative alla salvaguardia dei beni culturali nelle zone terremotate del Centro Italia, sono iniziate sin dai giorni successivi al sisma del 24 agosto. La struttura di riferimento per tali operazioni è la Dicomac – Direzione di Comando e Controllo, nella sua funzione “Beni culturali” che comprende referenti del Dipartimento della protezione civile, tecnici del Mibact e del Comando Carabinieri-Tutela Patrimonio Culturale. Per garantire il necessario raccordo istituzionale, i tecnici del Mibact sono presenti anche all’interno dei Centri di coordinamento delle quattro regioni colpite – Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria – per garantire un collegamento tra i Centri e le Unità di Crisi Coordinamento regionale (Uccr) del Mibact.
Con ordinanza n. 393 del 13 settembre è stata nominata l’arch. Antonia Pasqua Recchia quale Soggetto Attuatore del Mibact per assicurare la completa operatività, nelle quattro regioni interessate, del dispositivo operativo del Ministero finalizzato all’individuazione, progettazione e coordinamento dell’esecuzione degli interventi di messa in sicurezza dei beni culturali mobili e immobili. Per gli interventi relativi ai beni culturali sono state stabilite precise procedure per i sopralluoghi, speditivi e di secondo livello, e per gli interventi di messa in sicurezza.

Il Servizio II del Segretariato Generale del MiBACT fornisce ai colleghi delle strutture periferiche presenti sul territorio delle aree colpite dal sisma servizio di assistenza e supporto con riferimento alle operazioni tecniche e amministrative relative alle procedure da seguire per gli interventi di somma urgenza.

recupero opere

FAQ

Documentazione

Iter procedurale

Modulistica

Contatti

Allegati

Ordinanza n. 393 del 13 settembre
Titolo: Ordinanza n. 393 del 13 settembre (91 clicks)
Etichetta: Ordinanza n. 393 del 13 settembre
Dimensione: 273 KB