VENTOTENE

La delibera CIPE dell’agosto 2016 ha previsto il finanziamento, per 70 Milioni di euro a valere sulle risorse assegnate al “Piano Stralcio cultura e turismo” (FSC), dell’ex Carcere borbonico di Santo Stefano sull’isola di Ventotene.

Con tale intervento si intende recuperare una struttura architettonica di 28.300 mq complessivi risalente al 1795 e rimasta attiva fino al 1965, ma che attualmente risulta in stato di dismissione e di degrado.

L’obiettivo ambizioso del progetto è quindi quello di recuperare e valorizzare l’intero complesso, per poi destinarlo esclusivamente a finalità culturali e di alta formazione.

Vista la complessità del progetto, è stato stipulato un Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Ministero per i beni e le attività culturali, l’Agenzia del demanio, la regione Lazio, il comune di Ventotene, la Riserva naturale statale area marina protetta “Isole di Ventotene e S. Stefano” e l’ Agenzia Nazionale per l’attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’impresa S.p.A. – INVITALIA, quest’ultima individuata quale Soggetto Attuatore.

Allegati

Delibera Cipe del 3_2016
Titolo: Delibera Cipe del 3_2016 (3 clicks)
Etichetta:
Dimensione: 2 MB